HOME > INIZIATIVE > 2019 > - ConcertoCapodanno2019

- ConcertoCapodanno2019

CONCERTO di CAPODANNO

TEATRO PIETRO D'ABANO, ABANO TERME [PD]
1 gennaio 2019 - ore 15:30 e 17:45

ORCHESTRA VENEZIA CONCERTO
Pianoforte solista: FRANCESCA VENZO
Soprano: TATIANA AGUIAR
Baritono: LUCA BRUNO

Musiche di STRAUSS, MOZART, VERDI, PUCCINI, ROSSINI


Prenota i tuoi biglietti online, clicca QUI (pagamento sicuro tramite PayPal).

 

La grande classica sarà ancora protagonista ad Abano Terme il primo gennaio per il tradizionale Concerto di Capodanno 2019 al teatro Pietro d'Abano con l'Orchestra de I Musici Patavini e il pianoforte di Francesca Venzo. Un doppio appuntamento, con inizio alle ore 15:30 e 17:45, che da tanti anni richiama un numeroso pubblico per festeggiare l'arrivo del nuovo anno in un clima di calore ed amicizia. Con loro ci saranno anche il soprano Tatiana Aguiar e il baritono Luca Bruno
Il programma di Capodanno verte sui compositori europei ai tempi di Vienna, simbolo culturale del Capodanno grazie alle leggendarie composizioni di Johann Strauss. Musicalmente Vienna ispirò fin dal Settecento molti compositori italiani ed europei, essendo sempre stato un centro culturale di gran rilievo dove le storie e vicende personali dei grandi musicisti si intrecciavano con le corti prima e poi con i mecenati della musica. Risale già al 1762 Mozart il primo viaggio di un giovanissimo Mozart che a soli sei anni si esibì davanti all’imperatore e all’imperatrice estasiati dalla sua bravura. Gli altri due viaggi nel 1768 e nel 1773 videro protagonista di un Mozart già nel pieno della sua maturità compositiva e si ricordano proprio in questi anni la nascita di alcuni dei concerti più belli da lui mai composti, come il Concerto per pianoforte e orchestra K622 in re minore che sarà riproposto dall’Orchestra con solista Francesca Venzo al pianoforte.
Il concerto per pianoforte e orchestra K466 nr. 20 in Re minore fa parte della produzione viennese di Mozart, un periodo in cui raggiunse la sua massima ispirazione sia nei lavori cameristici e sinfonici sia nei concerti solistici e si contraddistingue come uno dei concerti più coinvolgenti e di assoluto valore e realizzato nel pieno del movimento "Sturm und Drang", di cui sebbene Mozart non ne fu il rappresentante principale, ne riprende a tratti l'impeto e il romanticismo. Ripercorrendo le due correnti compositive di Mozart (tastieristica e operistica) sarà poi proposta l'Ouverture del Barbiere di Siviglia di Rossini, opera che debuttò a Roma il 20 febbraio 1816 facendo registrare un vero proprio fiasco. Già alla seconda rappresentazione il “Barbiere” decollò e cominciò il suo iter trionfale prima nell’Italia settentrionale e poi attraverso l’Europa da Vienna a Parigi, con la collaborazione di Lorenzo Da Ponte, che curava i libretti di Mozart. Sempre dal Barbiere di Siviglia la splendida voce del soprano Tatiana Aguiar interpreterà la celebre cavatina della bella e ricca Rosina “Una voce poco fa”. La figura del Figaro del Barbiere di Siviglia sarà invece interpretato da Luca Bruno, che proporrà anche la bellissima aria "Di Provenza il Mar" da Traviata di Verdi e la canzone del Toreador di Escamillo, altro gran personaggio dalla Carmen di Bizet.
Sempre Vienna nel 1920 consacrò il successo internazionale di un altro grande dell’opera italiana, Giacomo Puccini, che qui ebbe modo di allestire sue diverse opere tra cui il Gianni Schicchi, di cui l’aria di Lauretta “O Mio Babbino Caro” è quella che ancora oggi rappresenta meglio l’opera, aria che anticiperà il gran finale tutto Strauss, con il quale proprio il genere del Valzer si è affermato e celebrato da oltre 150 anni nella Vienna Imperiale. Il Valzer nacque a Vienna all’inizio del XIX secolo e i pri primi maestri di questo genere musicale furono Johann Strauss padre e figlio a cui si devono la creazione del celeberrimo valzer Sul Bel Danubio Blu. L’Orchestra dedicherà alla famiglia Strauss un’originale Valzer Fantasy, nata dalla penna del pluripremiato arrangiatore canadese Jordan Grigg, che ha raccolto in un accattivante Medley tutte le melodie dei più famoi valzer tra cui: Bel Danubio Blu, Voci di Primavera, Sangue Viennese, il Valzer dell’Imperatore.
A chiudere il concerto sarà la Marcia di Radetzky, durante la quale, come da tradizione, il pubblico sarà chiamato ad aiutare gli orchestrali, tenendo il tempo con un festoso e fiducioso battimani per accogliere il 2019 sotto i migliori auspici.

Biglietti €uro 25 già disponibili sul sito www.imusicipatavini.it.

Prevendite ad Abano Terme (Amon Viaggi, Ufficio Turistico) e a Montegrotto Terme (Ufficio Turistico). Infolive 3889507688.

LOCANDINA e IMMAGINI disponibili a questo link


I Musici Patavini

Home